NEWS
HOME
NEWS
PROFILI
CD & LIBRI
CONTATTI
INTERVISTE
EXTRA
                 
                 
                 

      L’ORGANO VIRTUALE DI ROBERTO SCARPA MEYLOUGAN

Sabato 1 settembre 2018, ore 20:00, per la grande stagione della Piccola Fenice di via S. Francesco 5 a Trieste: “ Le virtù dell’ Organo VIRTUALE”.

Programma della serata:

Organo di Krzeszow (Polonia) costruito da M. Engler 1732 (organo di stile barocco, 3 manuali, pedaliera di stile tedesco a 30 pedali, 50 registri reali)

J.S. Bach - Preludio e fuga in la minore BWV 543

J.S. Bach - Giga in Sol maggiore BWV 577

Organo di Caen (Francia) abbazia di St. Etienne costruito da A. Cavaille-Coll 1882 (organo di stile romantico, 3 manuali, cassa espressiva sul terzo manuale, pedaliera di stile francese a 30 pedali, 55 registri)

C. Franck - Preludio fuga e variazione in si minore

M. Dupré - Prelude and Fugue in G minor, Op. 7 n. 3 M.E. Bossi - Scherzo in sol minore

M.E. Bossi - Studio sinfonico in sol minore.

Ingresso: 12 Euro, fino ad esaurimento posti

Prevendita ingresso: Ticketpoint Trieste, corso Italia, 6/c tel. 040 349 8276

Biglietteria all’ingresso: 30 minuti prima dello spettacolo

L’organo a canne è un prodigio di ingegneria meccanica e acustica. Il primo esemplare, alimentato ad acqua, costruito da Ctesibio d’Alessadria nel III sec. a.C. ebbe un tale appeal che nei secoli successivi lo strumento si è continuamente evoluto generando un numero di pezzi unici degno di nota. L’organo, che ha avuto una storia molto lunga, fortunata e un’ampia diffusione soprattutto dopo la sua liaison col cristianesimo, da qualche tempo sta inesorabilmente cadendo nel dimenticatoio. Molti strumenti sono già dismessi e molti altri rischiano di esserlo in pochi anni. Alcune aziende di ricerca di ingegneria acustica europee, si stanno occupando della questione ideando un progetto tecnologicamente innovativo per la conservazione del suono degli organi più preziosi e più a rischio. L’idea è di costituire una biblioteca sonora virtuale in cui ciascun tomo racchiuda i suoni di un organo a canne catturati con la tecnica del campionamento digitale. Non si tratta di una semplice catalogazione di brani eseguiti allo strumento ma della registrazione di ogni singola nota, registro per registro, corredata dei rumori fisiologici dello strumento, oltre al riverbero naturale del luogo in cui si trova. Il risultato del campionamento, coadiuvato da un software, dà la possibilità di suonare, ad esempio, con i suoni originali dell’organo di Notre Dame di Parigi su una qualsiasi tastiera o su un organo elettronico da studio che molti organisti hanno in casa propria. Ogni parte della biblioteca sarà acquistabile da chiunque. Il vantaggio è la possibilità di tramandare un bene così prezioso e fragile.

 

   Flute Concert

and not only

Piazza Verdi, Trieste

18 agosto 2018, ore 21

Trieste Flute Ensemble

Direzione Artistica: Giorgio Blasco

Programma

G. F. HAENDEL, Water Music: alla Honpipe

J. BRAHMS, Hungarian Dance n. 1

F. MENDELSSOHN, Scherzo da A Midsummer Night’s Dream

P. I. TCHAIKOVSKY, Dance of the Mirlitons da The Nutcracker

G. BIZET, Habanera da Carmen | Soprano: Claudia Mavilia

J. STRAUSS, Annen Polka

G. COSLOVICH, Mare tranquillitatis

N. RIMSKY-KORSAKOV, Chanson indoue | Soprano: Claudia Mavilia

C. SAINT-SAENS, Danse Macabre

F TRIESTE FLUTE ENSEMBLE

Alessandro Vigolo, Ettore Michelazzi, Federica Cecotti,

Michela Gani, Sara Clanzig, Irina Perosa,

Giovanna Nardin, Silvia Di Marino, Olga Sosicˇ,

Fabio Barnaba, Micol Mechi, Bayarma Rinchinova.ondato              

VERSO IL GRANDE CONCERTO DEL 7 OTTOBRE "2000 FLAUTI 2000 VELE"

Si avvicina il grande giorno del Trieste Flute Festival, giunto all’ottava edizione con l’evento clou: domenica 7 ottobre, infatti, nell’ambito della 50ma Barcolana ed a conclusione delle manifestazioni ad essa legate, avrà luogo alle 16 in piazza Unità d’Italia il grande concerto  finale “2000 flauti per 2000 vele”, con centinaia di flautistidall’Italia e dall’estero per uno spettacolo indimenticabile. A precedere questo evento una serie di altri concerti e incontri in regione e a Trieste: dopo quello dello scorso 8 settembre, infatti, in programma il 27 settembre, Ore 20.45 Centro Civico di Tavagnacco (UD) In collaborazione con Comune di Tavagnacco, Fondazione Bon e Pro Loco. Venerdì 28 settembre Ore 20.45 Istituto Vivaldi – Monfalcone (GO) In collaborazione con Istituto di musica Vivaldi. Sabato 29 settembre Ore 18.30 Teatro Arrigoni – S. Vito al Tagliamento (PN) In collaborazione con Comune di San Vito al Tagliamento e Anmil Pordenone. Lunedì 1 ottobre Ore 20.45, Casa Della Musica – Trieste In collaborazione con Scuola di Musica 55. Mercoledì 3 ottobre Ore 18.30 Glasbena Šola – Sežana (Slovenia) In collaborazione con Scuola di Musica di Sežana Giovedì 4 ottobre Civico Museo Teatrale Schmidl, (ingresso 1 euro) - Visite guidate ogni ora: prima visita ore 10.00, ultima visita ore 15.00 Ore 16.00, Conferenza su “La storia del flauto”, relatore Giorgio Blasco. Intervento musicale della flautista Sofia Alekseeva (Russia). Venerdì 5 ottobre Civico Museo Teatrale Schmidl, ore 17 Concerto dei flautisti Horacio Parravicini (Spagna) e Giorgio Di Giorgi (Italia). Al pianoforte Sara Radin (Italia); introduzione a cura del Maestro Giorgio Blasco. Sabato 6 ottobre Civico Museo Teatrale Schmidl, Masterclass (mattino, 10.00-13.00) Horacio Parravicini (Spagna) – Repertorio solistico e orchestrale; Charina Quintana (Spagna) - Workshop su “La respirazione circolare”; Francesca Seri (Italia) – Ensemble di flauti traverso; Matej Zupan (Slovenia) - Repertorio solistico e orchestrale Ore 15.00 Concerto della Rete Regionale Flauti Toscana Masterclass (pomeriggio, 16.00-19.00) Luca Bellini (Italia) - Nuove tecniche di studio per flauto; Massimiliano Ferrara (Italia): ottavino; Monica Finco (Italia): repertorio solistico e orchestrale,  Aula magna Liceo Dante, Via Giustiniano n. 3 ORE 20.00 Concerto dei flautisti Luca Bellini, Massimiliano Ferrara, Monica Finco, Giovanni Mugnuolo (Italia); Charina Quintana (Spagna); Matej Zupan (Slovenia). Al pianoforte Silvia Barbieri (Italia). L’evento è stato presentato dal fondatore e attuale presidente onorario del Trieste Flute Ensemble Giorgio Blasco, dal presidente Ettore Michelazzi e dal primo flauto Alessandro Vigolo (nella foto). Come hanno sottolineato, “Si trattera del concerto di flauti traverso piu grande del mondo, con musiche originali del Maestro Valter Sivilotti in prima esecuzione assoluta, scritte e ispirate a Trieste e alla Barcolana. L’intreccio tra i professionisti (divisi in ben 18 voci diverse), le percussioni e i 6 grandi gruppi presenti in piazza Unita in una prosecuzione ideale del palco, avvolgeranno gli spettatori nella musica, creando sensazioni uniche e irripetibili”. Dato il gran numero di musicisti, oltre mille, si renderà necessaria l’azione coordinata di 8 direttori: oltre a Silviotti ci saranno  Fulvio Dose,  Matteo Firmi, Roberto Folla, Paolo Frizzarin, Patrick Quaggiato, Tomaž Škamperle e Maurizio Zaccaria.

             

                                 CONTINENTE PROKOF’EV

                        CONCERTO DI INAUGURAZIONE DELLA 36ESIMA EDIZIONE

 

Protagoniste del concerto di inaugurazione della 36ma edizione do "Continente Prokof'ev", tra cinema e composizione teatrale, le musiche del grande compositore russo Sergej Prokof’ev.

In programma anche la Suite tratta dalle musiche scritte per il film Lieutenant Kijé, che contiene un tema usato perfino da Sting nella canzone Russians del suo primo album da solista.

Sul palco l'Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza, con Enrico Bronzi in veste di direttore e solista. Martedì 21 agosto 2018 ore 21.00 – Teatro Russolo di Portogruaro. Biglietteria aperta tutti i giorni dalle 11 alle 12.30 e dalle 18 alle 20 (il giorno dello spettacolo fino alle 21). Anche on-line su  vivaticket.it